ALEPH & OTHER Tales

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Nastassja Kinski ospite a Roma di “Alice nella città”

Nastassja Kinski, icona di stile e musa del cinema d’autore europeo, sarà ospite domani, 25 ottobre, di Alice nella città (la sezione autonoma e parallela della Festa del cinema di Roma diretta da Fabia Bettini e Gianluca Giannelli) per ritirare il Women Excellence Award International.

Nel tardo pomeriggio sarà protagonista di una passeggiata lungo Via Condotti, celebre via della moda capitolina, alla scoperta del made in Italy nei sessant’anni dell’Associazione di Via Condotti, che culminerà con un photocall a Largo Goldoni e con un cocktail in suo onore con Expo 2030 Roma.

Per l’occasione della premiazione di domani, Nastassja Kinski indosserà uno dei “Petit robes noires” prediletti da Anna Magnani: il tailleur di pizzo chantilly che fu indossato dall’attrice italiana premio Oscar in occasione del suo primo incontro a New York con Marlon Brando.

Un tesoro gentilmente concesso dall’Archivio storico e personale di Stefano Dominella, Presidente onorario della Maison Gattinoni

Anna Magnani si era imbarcata sull’Andrea Doria a Napoli, nell’aprile del 1953. Era il suo primo viaggio a New York!

L’attrice conquistò l’America, e New York, a modo suo, conquistò lei.

«New York è una città che non si dimentica – raccontò in una breve intervista radiofonica con Gianni Granzotto in quell’occasione – la trovo vera, la trovo umana, umana veramente… Senza diminuire Parigi o Londra, trovo New York personalissima, ha una grandissima personalità, come Roma […] Non ci sono due città simili a New York e a Roma». L’impressione più forte? «La violenza, l’aggressività spontanea, sincera della gente… Sono persone autentiche».

Ph Vittoria Fenati Morace Photography & Fran Friedrich

Per Nastassja Kinski indossare uno degli abiti del guardaroba della Magnani, realizzato da Madame Fernanda Gattinoni appositamente per lei negli anni ‘50, è un tributo e il riconoscimento di un’icona, di una donna forte e determinata, precorritrice dei tempi che ha sempre saputo distinguersi con grande intelligenza e stile, diventando un eterno simbolo del cinema nel mondo. 

«Tubini sempre neri, in cadì di seta, in velluto o taffetas. Spesso modelli unici, semplicissimi, come la ‘petite robe’ di Mademoiselle per sfoggiare i suo favolosi gioielli firmati Bulgari o Cazzaniga. ‘Non posso essere eccentrica ho troppa personalità, devo essere chic per non sembrare una donna del popolo’, era il consiglio che le dava il compagno Roberto Rossellini.»

Stefano Dominella, presidente della maison Gattinoni, ricorda con queste parole Anna Magnani a cui la celebre griffe romana dedica una mostra, ‘Semplicemente Anna’, inaugurata in apertura della XVIII edizione della Festa del Cinema di Roma nel 50esimo anniversario della scomparsa della grande attrice. Anna Magnani è anche la protagonista dell’immagine ufficiale della manifestazione.

Diretta, sincera, senza peli sulla lingua, si rivolgeva con parole chiarissime a Fernanda Gattinoni. ‘Non mi fate venire 20 volte e provare una abito – diceva – Non sono di quelle signore che il pomeriggio giocano a canasta. Ho ben altro da fare.

Semplicemente Anna, inaugurata nel Foyer della Sala Petrassi dell’Auditorium, nasce da un’idea di Annamaria Cuzzolaro che firma la mostra accanto a Stefano di Tommaso e Francesca Piggianelli ed è prodotta dalla Fondazione Cinema per Roma.

Esposti gli abiti che hanno segnato la carriera cinematografica di Anna Magnani, quelli indossati in occasioni private, ma anche sui set, come il celebre costume di scena dei film Siamo donne, diretto da Luchino Visconti nel 1953 e Risate di gioia di Mario Monicelli con Totò.

Ph Vittoria Fenati Morace Photography & Fran Friedrich

La passeggiata di Nastassja Kinski anticipa l’incontro con il pubblico che si terrà domani, 25 ottobre, alle ore 16.00 all’Auditorium Parco della Musica (Sala Petrassi) per il ciclo WomenLands, una serie di appuntamenti organizzati da Alice nella città, in collaborazione e a supporto del Comitato Expo 2030 Roma, per celebrare le eccellenze femminili nel campo del cinema, della moda, della scienza e dello sport.


Natassja Kinski sarà al centro di un talk moderato dalla Presidente dei David di Donatello Piera Detassis, nel quale parlerà del suo cinema e del suo legame con l’Italia e dei registi italiani con i quali ha lavorato come Alberto Lattuada, i Fratelli Taviani e Lina Wertmüller.

Al termine dell’incontro sarà insignita del Women Excellence Award International, premio che intende valorizzare le donne che hanno avuto un’influenza positiva sul costume e sulla cultura, proprio come Anna Magnani che ha saputo ispirare intere generazioni di donne. 

Articoli Correlati

33ma edizione del Noir in Festival, a Milano dal 1 al 7 dicembre 2023

33ma edizione del Noir in Festival, a Milano dal 1 al 7 dicembre 2023

Sarà Daniel Pennac, vincitore del Raymond Chandler Award 2023 e autore della celebre saga editoriale di Malaussène, il protagonista della giornata inaugurale della…
"Wish": un Melting Pot dei desideri dove imparare la tolleranza, l'inclusività e l'accettazione dell'altro

"Wish": un Melting Pot dei desideri dove imparare la tolleranza, l'inclusività e l'accettazione dell'altro

Il 62° classico della Walt Disney Animation Studios non ci lascia altra scelta: dobbiamo continuare a sognare! The Walt Disney…
Le vincitrici e i vincitori della diciottesima edizione della Festa del Cinema di Roma

Le vincitrici e i vincitori della diciottesima edizione della Festa del Cinema di Roma

A partire dalla scorsa edizione, la Festa del Cinema di Roma è stata ufficialmente riconosciuta come Festival Competitivo dalla FIAPF…

Contenuti