ALEPH & OTHER Tales

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

Musica
Libri
Teatro
Cinema
Personaggi
LifeStyle

È l’inizio di una nuova era dell’Intelligenza Artificiale in Google: l’era Gemini

Google lancia Gemini, il modello AI che potrebbe davvero battere GPT-4.

Il 6 Dicembre, Sundar Pichai, CEO di Google, e Demis Hassabis, CEO e co-fondatore di Google DeepMind, hanno annunciato il lancio di Gemini tramite un post sul blog aziendale.

Secondo il CEO Sundar Pichai è l’inizio di una nuova era dell’intelligenza artificiale in Google: l’era Gemini.

Gemini è l’ultimo modello linguistico di Google, che Pichai ha presentato per la prima volta alla conferenza I/O di giugno e che ora sta per essere lanciato al pubblico.

A sentire Pichai e il CEO di Google DeepMind, Demis Hassabis, si tratta di un enorme balzo in avanti in un modello di intelligenza artificiale che alla fine influenzerà praticamente tutti i prodotti di Google.

Una delle cose più importanti di questo momento, afferma Pichai, è che si può lavorare su una tecnologia di base e migliorarla, e questo si ripercuote immediatamente sui nostri prodotti.

Cos’è Gemini di Google

Gemini è più di un singolo modello di intelligenza artificiale.

Esiste una versione più leggera, chiamata Gemini Nano, destinata all’esecuzione nativa e offline su dispositivi Android.

C’è una versione più potente, chiamata Gemini Pro, che presto alimenterà molti servizi di intelligenza artificiale di Google ed è la spina dorsale di Bard a partire da oggi.

C’è poi un modello ancora più potente, chiamato Gemini Ultra, che è l’LLM più potente che Google abbia mai creato e sembra essere destinato soprattutto ai data center e alle applicazioni aziendali.

Come funziona Gemini di Google

Google sta quindi lanciando il modello in diversi modi: Bard è ora alimentato da Gemini Pro e gli utenti di Pixel 8 Pro otterranno alcune nuove funzionalità grazie a Gemini Nano (fino al lancio di Gemini Ultra).

Gli sviluppatori e i clienti aziendali potranno accedere a Gemini Pro attraverso Google Generative AI Studio o Vertex AI in Google Cloud a partire dal 13 dicembre.

Per ora Gemini è disponibile solo in inglese, mentre altre lingue sono in arrivo. Ma Pichai afferma che il modello sarà integrato nel motore di ricerca di Google, nei suoi prodotti pubblicitari, nel browser Chrome e altro ancora, in tutto il mondo.

Gemini di Google rispetto a GPT-4 di OpenAI

Il modello di intelligenza artificiale è stato quindi ottimizzato per diverse dimensioni e casi d’uso (Ultra, Pro, Nano) ed è stato costruito per essere multimodale in modo da comprendere e combinare diversi tipi di informazioni.

Rispetto a GPT-4 di OpenAI, che non è in grado di eseguire operazioni matematiche, il modello è anche più avanzato nella matematica e nella codifica specializzata.

Secondo Google, la versione Ultra raggiunge prestazioni all’avanguardia in 30 dei 32 benchmark accademici utilizzati per lo sviluppo di modelli linguistici di grandi dimensioni.

Inoltre, sempre a detta di Google, ha ottenuto un punteggio del 90% in un test di massive multitask language understanding (MMLU), superando le prestazioni di un umano esperto.

Jeff Dean, Chief Scientist di Google, ha dichiarato che Gemini Ultra è il primo modello a raggiungere prestazioni da umano esperto su MMLU in 57 soggetti con un punteggio superiore al 90%.

Jeff Dean: «Sono entusiasta di condividere il nostro lavoro su Gemini!

Gemini è una famiglia di modelli multimodali che dimostrano capacità davvero notevoli nei campi delle immagini, dell’audio, del video e del testo. 

Inoltre, il sistema è stato progettato fin dall’inizio per funzionare senza soluzione di continuità tra testo, immagini, audio e video, il che lo pone in una posizione di vantaggio rispetto ai suoi concorrenti.

Abbiamo progettato Gemini per essere multimodale fin dall’inizio, piuttosto che iniziare con un modello puramente testuale e poi inserire a posteriori codificatori audio e visivi».

Gemini ha anche capacità di programmazione avanzate, compresa la generazione di codice di alta qualità con AlphaCode 2, un sistema avanzato di code-generation. Può anche risolvere problemi di programmazione complessi e collaborare con gli sviluppatori.

Secondo Rowan Cheung, esperto di intelligenza artificiale: Gemini Pro ha superato GPT-3.5 in sei degli otto benchmark, diventando così il chatbot gratuito più potente attualmente sul mercato.

Articoli Correlati

Ecco che tipo di contenuti avranno i migliori risultati sui social media nel 2024

Ecco che tipo di contenuti avranno i migliori risultati sui social media nel 2024

Ora che il 2023 è finito, è tempo di iniziare il 2024 con il piede giusto! Diamo quindi un’occhiata all’attenta…
Moët Hennessy, Branding Records e Maserati ospiti al "MARKETERs Experience 2023 – Behind the Name"

Moët Hennessy, Branding Records e Maserati ospiti al "MARKETERs Experience 2023 – Behind the Name"

Nel pomeriggio di Venerdì 1 Dicembre, l’aula magna del campus di San Giobbe dell’Università Ca’ Foscari ha ospitato il primo…
MARKETERs Experience 2023 - Behind the Name: come i brand di lusso raggiungono uno stato iconico

MARKETERs Experience 2023 - Behind the Name: come i brand di lusso raggiungono uno stato iconico

Il MARKETERs Experience 2023 – Behind the Name è ormai alle porte! Venerdì 1 Dicembre 2023 (dalle 14:30) avrà luogo la X edizione dell’evento MARKETERs…

Contenuti